ALIENANTE


Vai ai contenuti

Menu principale:


Pillole Cinematografiche di Alienante

Micro-recensioni a cura di
Matteo Palmieri

1BR - Benvenuti nell'incubo (2019)

Un notevole Thriller/horror che riesce dopo un inizio molto soft ad ingranare con dei perfetti meccanismi di terrore e angoscia pura. La pellicola affronta il pericoloso fanatismo delle religioni anticorformiste e settarie molto presenti nel territorio statunitense e non risparmia alcune frecciatine alle classiche società "perfette" dove una persona per essere viva e considerata deve essere omologata a tante. Può sembrare un banale mix di L'invasione degli ultracorpi, Rosemary's Baby e Martyrs, ma vi assicuro che 1BR - Benvenuti nell'incubo vi sorprenderà !!! (Matteo)


Alien (1979)

Capolavoro del nuovo cinema horror-fantascientifico. L'idea che una specie aliena usi il nostro corpo umano per la proliferazione non è nuova (L'invasione degli Ultracorpi), ma alcune fantastiche scene rimangono indelebili e creano terrore ancora oggi a distanza di quasi 40 anni. Alien ha lanciato l'attrice Sigourney Weaver e ha avuto tre sequel e due prequel. (Matteo)


Better Watch Out (2016)

Un riuscito horror natalizio che omaggia Mamma ho perso l'aereo e i vari Scream e Halloween. Un film che parte nel classico "home invasion" con venature di umorismo nero ma poi a metà pellicola il regista australiano cambia registro e aumenta il carico delle situazioni decisamente inquietanti trasformandola in un incubo angosciante. Tra tempeste ormonali adolescenziali pericolose e sequenze molto disturbanti e sanguinarie si assiste alla fantastica interpretazione del grande piccolo attore (Levi Miller) che non dimenticherete facilmente !!! (Matteo)


Blood Vessel - Nave assassina (2019)

Un russo, un inglese, due americani, un australiano.....sembra la partenza di una barzelletta ma è invece l'inizio del film con un gruppo di naufraghi alleati che scopre con orrore una nave nazista con a bordo terribili vampiri rumeni. Un B-movie lento all'inizio ma che nella seconda parte diventa un divertente e delirante mix splatter di La Cosa e Nosferatu. Da segnalare l'ottima fotografia e l'ambientazione claustrofobica. (Matteo)


Brain Damage (1988)

Appartiene alla ristretta schiera dei cult movie maledetti per eccellenza degli anni 80' e Frank Henelotter è stato sempre considerato un abile regista un pò folle e dispotico. Girato in atmosfere cupe e claustofobiche è strapieno di follie e masochismi celebrali. Brain Damage può sembrare un banalissimo horror truculento ma ad un esame più accurato si può recepire il messaggio provocatorio sulla droga che il regista esaspera fino alla follia ed all'inverosimile con immagini molto forti e neuropatiche. Non si può non notare la sottile autoironia che in alcune scene si trasforma in vera e propria presa in giro dell'intero genere horror....Geniale, assolutamente da vedere !!! (Matteo)


Contagion (2011)

Un virus altamente infettivo con velocità impensabile infetta il Mondo intero. Sarà l'inizio di panico, irresponsabilità civile e infine morte per milioni di persone. Il regista Steven Soderbergh affronta con incredibile rigore questo Disaster-Movie e riesce ad unire il classico prodotto commerciale con l'impegno sociale. Nel finale viene mostrato l'inizio della fine...una vera stilettata al cuore !! (Matteo)


Dracula 3D (2012)

Una pellicola imbarazzante....lontana anni luce dalle sue opere migliori. Il Dracula di Dario Argento purtroppo rappresenta il meglio del peggio del cinema horror-trash: sceneggiatura tiratissima (con qualche inutile variazione al Dracula di Bram Stoker), pessimi dialoghi ed effetti speciali digitali realizzati male che sembrano stati creati con computer di 10 anni fa. L'unico punto positivo della pellicola è affidato alla recitazione, ma anche qui rovinata dalla pessima dizione di alcuni attori. (Matteo)



Fallen (2016)

Brutta pellicola fantasy fuori tempo che cerca invano di attirare il pubblico dell'universo teen del più noto Twilight. Tratto dal bestseller di Lauren Kate ha una regia anonima, attori antipatici, effetti speciali molto poco speciali che lo sprofondano nella noia più estrema... (Matteo)


Greeland (2020)

Un Disaster Movie poco spettacolare e molto furbo che si affida più ai sentimenti che sull'azione. Il regista Ric Roman Waugh preferisce dare più spazio alle disavventure di una famiglia in fuga verso i bunker in Groenlandia che mostrare la catastrofe fisica e mentale che la scia della cometa Clark sta provocando in tutto il Pianeta Terra. Però una regia vigorosa ci fa assaporare un cinema quasi epico e molto coinvolgente e si fa perdonare qualche piccole banalità di troppo.....(Matteo)


Il Guardiano Invisibile (2017)

Diretto da Fernando González Molina è il primo film della Trilogia del Baztán (grande successo al box-office in Spagna) ed è tratto dall'omonimo romanzo best-seller del 2013 scritto da Dolores Redondo. Un affascinante thriller/horror spagnolo che ci introduce nelle indagini dell'ispettrice di Polizia Amaia Salazar nella caccia ad un pericoloso serial killer sterminatore di ragazzine. Tra stregoneria, sensi di colpa e sessuofobia si assiste ad uno franchise cinematografico dei più originali e morbosi. Attenzione !! Il finale chiude una fase ma ne apre delle altre......come nell'omonima saga letteraria spagnola. (Matteo)



Independence Day - Rigenerazione (2016)

Una piacevole sorpresa da Roland Emmerich per questo capitolo vent'anni dopo il suo grandissimo successo mondiale. Spettacolare e sicuramente superiore al primo film si segnala anche per una donna presidente degli Stati Uniti e per alcune frecciatine al costante dominio della Cina con la propria forza economica. (Matteo)



In vacanza su Marte (2020)

Anche in piena Pandemia Covid (la pellicola ha avuto una distribuzione on demand su varie piattaforme) non ci siamo fatti mancare il cinepanettone. Purtroppo aver teletrasportato Boldi e De Sica nel genere fantascientifico è abbastanza deludente e anche imbarazzante. Difficile vedere effetti speciali così scadenti persino nei più brutti film della Asylum !!! Le gags sono estremamente fiacche e quasi mai divertenti costruite su una risicata sceneggiatura scritta in un foglietto di block notes. In conclusione "na cafonata marziana". (Matteo)



La Bella e la Bestia (2017)

Insopportabile remake in live action del classico Disney. I troppi numeri musicali, le canzoncine e amenità varie non fanno che annoiare lo spettatore medio. Troppo mieloso da sopportare anche per i bambini....Molto più riuscita la versione francese diretta da Christophe Gans...più trasgressiva e più virata nel dark. (Matteo)


La Notte ha divorato il Mondo (2018)

Quanti film hanno mostrato l'apocalisse in Terra con un'epidemia che trasforma gli umani in zombie o infetti cannibali ? Tanti, ma il film di Dominique Rocher va oltre e non si abbandona a facili spettacolarizzazioni con il solito ampio uso di effetti splatter ma realizza una pellicola di genere molto oltre le aspettative. Una vera riflessione filmica sulla vera solitudine umana che può trasformarsi in follia. Se cercate sangue, squartamenti e ritmo indiavolato...non fa per voi !! (Matteo)


Light of My Life (2019)

Imbarazzante e noiosissimo Disaster Movie dell'attore Casey Affleck al suo esordio registico. In quasi due ore si assiste stremati e con la voglia di fermarsi ad una minima distrazione ad una pellicola prolissa, senza verve e con pochissimi elementi spettacolari di richiamo come invece dovrebbe mostrare in un tale genere di pellicola. Molto spazio (forse troppo) alla recitazione che nonostante le buone intenzioni stimolano più il sonno che l'approfondimento del messaggio sociopolitico del regista. (Matteo)



Midsommar - Il Villaggio dei Dannati (2019)

Ari Aster ci regala un cult assoluto e uno dei migliori horror di questi ultimi anni. Affronta con uno stile lento ma coinvolgente e ipnotico il satanismo e lo spiritismo e ci fa scoprire una Svezia rurale estremamente solare (tutto il villaggio e abitato da persone vestite di bianco) ma anche un paganesimo ancestrale terrificante che pericolosamente esiste nella realtà della Scandinavia. (Matteo)


Mondo cannibale (2003)

Film direct-to-video del regista Bruno Mattei (Vincent Dawn), girato in stile soap opera nelle Filippine è ispirato al film cult Cannibal Holocaust. Lo splatter c'è ma tutto il resto provoca solo sbadigli e risatine nervose. Mattei girò contemporaneamente Mondo cannibale e Nella terra dei Cannibali, sempre con lo stesso cast artistico di attori e troupe...(Matteo)


Nazi Overlord (2018)

La casa di distribuzione statunitense Asylum colpisce ancora e in questa scopiazzatura di Overlord raggiunge il massimo delirio !!! Anche qui una squadra di soldati proveniente dal D-Day (a proposito la famosa e colossale battaglia viene rappresentata con 5 soldati....ahahah), dovrà sgominare il piano folle di una dottoressa con i suoi orribili esperimenti. Popcorn, bibita e tanta benevolenza per le troppe stupidate filmate...comunque il divertimento è assicurato !! (Matteo)


Raw (2016)

Raw, il film Franco/Belga di Julia Ducournau è una vera piacevole sorpresa horror e ha generato mille polemiche.
La sedicenne Justine proveniente da una famiglia di vegetariani scopre di avere una voracità ferina incontrollabile che la trascina al cannibalismo...Premiato in molti Festival, tra cui Cannes, Londra, Sitges. (Matteo)



Scappa - Get Out (2017)

Molto interessante questa pellicola alla "Indovina chi viene a cena" con risvolti thriller e horror. Il regista/attore Jordan Peele al suo esordio ci trascina in un intrigante film di suspence e di feroce satira sul razzismo onnipresente nella società americana. Grande successo in U.S.A. (Matteo)


Star Wars - L'Ascesa di Skywalker (2019)

L'ultimo capitolo della saga che ha attraversato oltre 40 anni della nostra vita si conclude con un spettacolare ritorno alle origini.. Forse per mancanza di coraggio si preferisce tornare alla frenesia dei primi tre capitoli, con qualche buco di sceneggiatura e tanti effetti speciali. Lo spettacolo è garantito e anche qualche brivido e lacrimuccia. Sicuramente il migliore della nuova trilogia Disney e forse con gli anni diventerà un cult. (Matteo)


Suspiria (2018)

In una cupa Berlino del 1977 si assiste ad una guerra interna e sanguinaria di streghe in una scuola di danza. Non un remake del cult di Dario Argento, ma una personale e strepitosa versione autoriale di Luca Guadagnino. Una pellicola sorprendente che fondendo danza, sangue, terrorismo e femminismo estremo ipnotizza lo spettatore....e non è poco !! (Matteo)


Tenet (2020)

Il nuovo cervellotico spy movie fantascientifico di Christopher Nolan rispecchia perfettamente il titolo, ovvero un misterioso palindromo cinematografico. Una sfrenata corsa in ogni direzione di tempo e luogo per sventare lo sterminio totale della razza umana. Tra fisica quantistica, flussi temporali invertiti, entropia termodinamica lo spettatore rimane spesso confuso nonostante le spiegazioni inserite in modo centellinato e sicuramente richiede almeno una laurea in fisica teorica per conprendere ed apprezzare il tutto. Nolan ci regala una perfetta e grandiosa Magnum opus e forse finalmente siamo davanti al degno erede di Stanley Kubrick. (Matteo)


The Blair Witch Project (1999)

Un bruttissimo e per niente spaventoso horror che ha lanciato con vigore il genere mockumentary horror (anche se il meglio si era già visto in Cannibal Holocaust). Il film costato 60 mila dollari ha incassato 240 milioni nel mondo e ha dato il via a questo inutile genere found-footage, rigorosamente con visuale in prima persona. Con due sequel. (Matteo)



The Boy - La maledizione di Brahms (2020)

Sequel del geniale horror The Boy del 2016 e diretto ancora da William Brent Bell. Purtroppo mentre nel primo capitolo il colpo di scena finale era sorprendente e spiazzante (solo chi ha visto il primo non dimenticherà mai più) in questa nuova pellicola si cerca la via del soprannaturale. In questo caso la storia perde ogni possibile logica e si affida ai soliti meccanismi deja vu del bambolotto assassino già visto in altri film (Chucky, Annabelle...) Un discreto horror che ha di positivo qualche sequenza suggestiva e una fantastica Katie Holmes nella parte della madre del bambino. (Matteo)



The Grudge (2020)

Questo reboot del remake statunitense del film Ju-on del 2000 e quarto film della serie The Grudge è l'esempio lampante della poca fantasia negli ultimi anni del cinema horror statunitense. Mostrare ancora una maledizione mortale con presenze maligne che perseguitano è pura follia, soprattutto dopo i già buoni precedenti capitoli. Una pellicola diretta con precisione ma anche con poca inventiva e una suspence debolissima....e pensare che il produttore è Sam Raimi !!! (Matteo)



The Hunt (2020)

L'ultimo prodotto della Blumhouse (Insidious, La notte del Giudizio, Scappa) è l'ennesimo pugno nello stomaco dello spettatore anche più smaliziato. Un Survival horror che con secchiate di sangue, pallottole ed evidenti sottotesti politici intrattiene in modo fantastico senza mai rallentare il ritmo. Sfortunato B-movie al box-office che tra ostacoli politici (Donald Trump e il Partito Repubblicano) e (Pandemia Covid-19) ha chiuso in perdita, ma che diventerà un Cult col tempo.... (Matteo)



The Woman (2011)

Il secondo capitolo della trilogia degli orrori patriarcali dello scrittore Jack Ketchum diretto da Lucky McKee è una vera e potente stilettata al cuore dello spettatore. Tra cannibalismo, misoginia estrema e violenze oltre l'immaginario si arriva ad uno dei più forti e disturbanti finali di ogni tempo. Fantastici gli attori Pollyanna McIntosh, Angela Bettis e Sean Bridgers che hanno contribuito in modo determinante alla credibilità della storia. Unico neo il doppiaggio italiano decisamente sottotono e non particolarmente professionale. (Matteo)



Thor: Ragnarok (2017)

Thor: Ragnarok è il terzo è più riuscito capitolo della saga Marvel. Nella divertente e spettacolare pellicola avviene di tutto e ancora di più....al punto che l'intervallo al cinema serve per far riposare gli occhi quasi ipnotizzati. L'atmosfera retro anni ‘80, i diversi personaggi riuscitissimi e una sorprendente autoironia fanno di questa pellicola il massimo dell'intrattenimento....e poi vedere Thor "prenderle" da tutti è uno spasso !! (Matteo)


Tusk (2014)

Dal visionario e trasgressivo regista Kevin Smith non ci si poteva aspettare di più: un potente e disturbante horror grottesco che esplora la follia umana. Un film sul filone "Centipede" ma decisamente più intrigante e morboso e recitato in modo perfetto da eccezionali attori tra cui un Johnny Depp della Sûreté del Québec che imita in modo geniale l'Ispettore Clouseau. Un film decisamente non per tutti che miscela con estrema intelligenza scene raccapriccianti e momenti di puro sarcasmo. (Matteo)



Un lupo mannaro americano a Londra (1981)

Il perfetto mix tra horror e commedia che John landis ci ha regalato e che non ritroverà mai più in altre sue pellicole successive. Gli effetti speciali curati da Rick Baker vennero premiati con un premio Oscar al miglior trucco. Seguito nel 1997 da un'imbarazzante Un lupo mannaro americano a Parigi. (Matteo)


Viral (2016)

Non male questo Viral, parte lento ma poi prosegue con sempre più crescente tensione fino ad arrivare a puro terrore !! Siamo nel genere super-sfruttato (contagio/28 giorni)....ma ha una sua originalità. Infatti risulta vincente l'idea dei parassiti vermiformi che si introducono nella nuca e trasformano le persone in zombi... (Matteo)


Wildwitch – Il mondo selvatico (2018)

Il film Danese Wildwitch diretto da Kaspar Munk è tratto dall’omonima serie di libri per ragazzi. Purtroppo si assiste con gran fatica e molta noia all'addestramento della ragazzina protagonista e alla sua consapevole fierezza di essere la Strega che dovrà difendere il nostro Mondo dalle forze oscure. Pochissimi effetti speciali, dialoghi molto semplici e il solito tema portante discutibile nei paesi scandinavi dove l'esoterismo e la Natura sono un'energia unica. (Matteo)

Wonder Woman 1984 (2020)

Il secondo film sulla "Donna Meraviglia" della DC Comics ambientato negli anni '80 è un curioso ritorno al passato dei primi kolossal ingenui e prevedibili con in più la lungaggine di troppo dei Blockbusters odierni. Malgrado qualche incongruenza di sceneggiatura, Wonder Woman 1984 risulta godibile se si accetta di vederlo con gli occhi puri di un bambino. Sempre eccezionale Gal Gadot/Wonder Woman e notevoli i due villains Pedro Pascal/Maxwell Lord e Kristen Wiig/Barbara Ann Minerva. Una pellicola arrivata in ritardo causa Covid 19 con incassi disastrosi in USA e uscite in streaming nel resto del Mondo. (Matteo)



World War Z (2013)

World War Z è lo Star Wars per il genere zombie movies, un frenetico kolossal da 190 milioni di dollari che coinvolge lo spettatore in questa epidemia pandemica di zombi. Fantastiche scene di massa e distruzione con incredibili orde brulicanti di zombi contagiati che attaccano affamati senza pieta le città. Almeno tre le sequenze indimenticabili: l'inizio della pandemia zombesca nelle strade di Philadelphia, l'assalto di milioni di zombi alla fortezza della città Gerusalemme e l'epidemia che scoppia all'interno dell'aereo partito dalla capitale israeliana. Può non piace ai devoti sostenitori di Zombi di Romero e Zombi 2 di Fulci......pazienza !!!! (Matteo)

Wrong Turn (2003)

Con ben 5 sequel all'attivo è uno dei più bei film del genere "teen movie-slasher cannibal". Rob Schmidt dirige con estremo rigore e tensione una pellicola perfetta, aiutata da bravissimi attori, location angosciante, gore e splatter dosati in modo ragionato e il trucco del grande Stan Winston creatore dei deformi cannibali predatori. Se avete visto e apprezzato Un tranquillo week-end di paura e Non aprite quella porta e pensate alla solita "minestra riscaldata" Wrong Turn vi sorprenderà positivamente. (Matteo)

Zombie: La Creazione (2007)

E' l'ultimo film di Vincent Dawn/Bruno Mattei, il regista tanto amato per le sue sgangherate e improvvisate pellicole super economiche horror e action anni 80. Zombie - la creazione è il sequel di L'isola dei morti viventi e conferma il suo delirio trash registico con riprese in digitale (quindi immagini piatte come in una fiction televisiva) e recitazione a livello semi-amatoriale. Senza contare le inutili copiazzature nei dialoghi e nella storia (rifatto il film Aliens di Cameron con zombi al posto di alieni !!!). Rimane il buon lavoro degli FX e il make-up zombesco....però può bastare solo ai fan del misterioso cinema Bis di Mattei, per tutti gli altri una pellicola da evitare assolutamente !!! (Matteo)



Torna ai contenuti | Torna al menu